Conservazione e Vigilanza

archivio3L'Archivio di Stato di Massa, unitamente alla conservazione del materiale documentario, ne promuove la valorizzazione tramite mostre, conferenze e convegni; è competente anche nella tutela degli archivi correnti o di deposito prodotti dagli Uffici periferici dello Stato presenti nell'ambito del territorio provinciale.

Allo scopo vengono istituite delle Commissioni di sorveglianza di cui fanno parte un Presidente ed un Segretario, entrambi dipendenti dagli Uffici produttori dell'Archivio, un rappresentante dell'Amministrazione archivistica ed un funzionario della locale Prefettura.
Tali Commissioni hanno il compito di decidere sulle proposte di scarto del materiale documentario non più necessario allo svolgimento dell'attività amministrativa, oltre a proporre versamenti presso l'Archivio di Stato del materiale documentario di notevole valore storico che abbia maturato quarant'anni.

L'archivio di Stato, tramite i suoi funzionari, collabora anche con la Soprintendenza Archivistica per la Toscana, con sede a Firenze, nella vigilanza sugli archivi non statali.

AVVISO IMPORTANTE:

Per salvaguardare lo stato di conservazione del materiale documentario, si pregano i Sigg. geometri di munirsi preferibilmente di macchina digitale per effettuare le visure relative al catasto fabbricati sino al 1962 e catasto terreni (copie) aggiornati al 1977 in deposito presso questo Ufficio.
La tariffa per le riproduzioni eseguite dai geometri con propria fotocamera digitale è stabilita in € 3,00 per ogni singola unità di conservazione (busta, registro, cartella ecc.).

Le visure possono essere eseguite nei seguenti giorni:

  • lunedì/mercoledì/venerdì dalle 8:15 alle 13:00;
  • martedì e giovedì dalle 8:15 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 16:30.